Skip to content

comune di frattamionore

Password dimenticata? Nessun account? Registrati
Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size
Home arrow La Città arrow Da vedere arrow PARROCCHIA DI S. MAURIZIO
Amministrazione Trasparente
PARROCCHIA DI S. MAURIZIO PDF Stampa E-mail

La chiesa certamente è antica, formata da un cappellone, che si trova ora a destra dell'altare maggiore, intitolato a s. Maurizio.

Se si accetta che il culto del Titolare si è diffuso per opera dei Cavalieri di S. Maurizio - Ordine religioso militare - bisogna pur ammettere che essi cavalieri stabilivano nelle loro Regole anche la costruzione di chiese. Quindi, l'attuale parrocchia di S. Maurizio risente di tale influsso, perciò sorta dopo il mille. Il concilio di Trento avendo fatto obbligo ai Vescovi di visitare le chiese della propria diocesi, S. Maurizio così riceve la visita del proprio Pastore, Mons. Vescovo B, de Balduinis, nel 1651 come risulta dall'Archivio diocesano, essendo stata elencata tra le parrocchie dell'epoca.

La chiesa si trova nella piazza spartitraffico, all'inizio del paese, piazza denominata proprio S. Mauro. Essa, ha la vistosa facciata, attualmente in restauro, situata alla fine di un viale nel mezzo nel mezzo di un pubblico giardinetto.

In chiesa vi si accede con tre porte, funzionante però solo la centrale; è a tre navate, con la navata centrale di circa m.10 e le due laterali di m 4,50 ciascuna aventi funzione di cappelle. La forma della Chiesa è rettangolare terminante ad abside; l'architettura è di stile neo-classico, la struttura poggia su archi a sesto ribassato. I pilastri sono ricoperti di marmo a metà, dono nel 1937 di un benefattore. La parte restante dell'edificio è decorata con stucchi.

Un cornicione, poi, separa la parte bassa da quella alta che riceve luce indispensabile da finestroni ed in loro assenza piomberebbe tutto nell'oscurità, essendo già la parte inferiore semibuia. Il soffitto è a cassettone dipinto con immagini del Santo guerriero.

San Maurizio Martire

Fu soldato cristiano a capo della legione tebea, che era composta di seimila e più soldati tutti cristiani.
L'Imperatore Massimiliano, facendo guerra contro i Bagaudi, la fece venire dall'oriente. Ed avendo ordinato alle milizie dei sacrifici pagani, i tebei si ricusarono; onde Massimiliano li fece tutti massacrare nella valle Agauno (nella Svizzera).

 
< Prec.